adv

Cos’è un sottodominio? Tutto quello che devi sapere – Consulente Forbes INDIA

Sommario

Mostra di più
Mostra meno

Un sottodominio è un tipo di dominio che fa parte di un altro dominio. Puoi considerarlo come un ramo separato dal tuo sito web principale. Ad esempio, se hai mai letto un blog WordPress, potresti aver notato che il dominio (o URL) è il nome del blog + “.” + worddpress.com (ad esempio, nomeblog.wordpress.com). In questo caso, wordpress.com è il dominio e blogname.wordpress.com è il sottodominio.

I sottodomini possono essere utilizzati per diversi motivi, dalla prototipazione di siti all’utilizzo di due temi diversi. In questo articolo discuteremo cos’è un sottodominio, quando utilizzarlo, come i sottodomini influenzano l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e come impostarne uno tramite il tuo registrar del dominio O ospite web.

Definizione del sottodominio

Un sottodominio è un’estensione o un componente aggiuntivo del nome di dominio della tua azienda. I sottodomini vengono utilizzati per organizzare diverse parti funzionali del sito web.

Supponiamo che tu abbia un nome di dominio tuosito.com. Puoi avere sottodomini come blog.tuosito.com o store.tuosito.com in modo che il tuo negozio e blog possano essere progettati, organizzati e ottimizzati indipendentemente dal tuo sito web principale. Man mano che continui ad aggiungere diverse funzioni al sito web del tuo dominio, puoi utilizzare nuovi sottodomini per separarli dal sito web principale.

Gli URL dei nomi di dominio e dei sottodomini vengono trattati come entità separate, il che ci porta alla questione di come appare un sottodominio nell’URL del dominio.

Struttura di un sottodominio

Il sottodominio viene aggiunto prima del nome del tuo dominio per creare un nuovo URL. Una volta creato, questo URL può avere pagine proprie come con qualsiasi sito web.

Caratteristiche e parametri di un sottodominio

Ecco alcune cose importanti da sapere su un sottodominio:

  • Un dominio può avere fino a 500 sottodomini
  • Puoi creare più livelli di sottodomini come store.product.yoursite.com, test.forum.yoursite.com, ecc.
  • Ogni sottodominio può contenere fino a 255 caratteri, ma per i sottodomini multi livello ogni livello può contenere solo 63 caratteri

Quando utilizzare un sottodominio

I sottodomini vengono utilizzati per:

  • Semplifica la gerarchia del sito
  • Migliora la navigazione dell’utente
  • Crea un prototipo o una versione di prova di un sito web
  • Per utilizzare due temi diversi con funzioni diverse per un dominio (ad esempio un blog, un forum, un negozio di e-commerce, ecc….)
  • Crea siti specifici per località o lingua
  • Per creare un sito specifico per dispositivi mobili

Come creare un sottodominio

Il processo di configurazione di un sottodominio varierà leggermente a seconda di dove è registrato il tuo sottodominio. Tuttavia, generalmente il processo per creare un sottodominio sarà simile al seguente:

Ecco come impostare un sottodominio:

  • Passare al registrar del nome di dominio o all’host web (ad esempio, Bluehost o DreamHost)
  • Seleziona i domini dalla dashboard del tuo account
  • Trova e seleziona sottodomini
  • Crea il tuo nuovo sottodominio

Per ulteriori informazioni, visita il centro assistenza del registrar del tuo dominio o del provider di hosting web per istruzioni dettagliate su come creare un sottodominio. Inoltre, il tuo fornitore dovrebbe essere in grado di assisterti ulteriormente tramite il supporto in caso di problemi lungo il percorso.

Sottodominio e sottodirectory

C’è una certa confusione tra sottodomini e sottodirectory, ed è giusto che sia così. I due sono apparentemente molto simili, ma ognuno ha una struttura, un’organizzazione del sito e un impatto sulla SEO diversi. Una sottodirectory utilizza le cartelle sotto il nome di dominio principale per organizzare i contenuti sul tuo sito web. Una differenza fondamentale è che i sottodomini sono trattati come siti Web separati e non ereditano alcuna autorità di dominio del sito Web principale. Il suo SEO deve essere costruito da zero.

Sottodomini e sottodirectory in sintesi:

  • Sottodominio: blog.tuosito.com
  • Sottodirectory: tuosito.com/blog

Sia le sottodirectory che i sottodomini hanno i loro vantaggi e svantaggi e, in definitiva, sta a te decidere di cosa ha bisogno il tuo sito web.

Domande frequenti

I sottodomini possono influenzare la SEO del sito web?

Un sottodominio viene trattato come un sito web separato, quindi non influisce sulla SEO del tuo sito web principale. Non eredita l’autorità del dominio, l’autorità della pagina o il ranking del sito Web principale.

Cos’è un sottodominio con caratteri jolly?

Un sottodominio che ha un asterisco carattere jolly

poiché il nome del sottodominio è un sottodominio con caratteri jolly. La creazione di un sottodominio con caratteri jolly indirizza tutti i sottodomini non esistenti a una cartella specifica nel tuo account. In genere, i domini con caratteri jolly vengono fatti in modo che puntino alla home page.

Per creare un sottodominio con caratteri jolly, inserisci un asterisco

nel campo del sottodominio e sei pronto per partire

Quando dovrei utilizzare un sottodominio? I sottodomini sono più comunemente utilizzati quando è necessario allestire o prototipare un sito, aggiungere nuove funzioni a un sito Web esistente (e è necessario utilizzare due temi diversi per farlo), creare siti Web specifici per posizione o dispositivo o per migliorare la gerarchia dei contenuti del sito web.

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?