adv

Gutenberg 16.9 ti consente di rinominare (quasi) qualsiasi blocco, aggiunge moduli sperimentali e blocchi di input – WP Tavern

Consegna su un funzionalità molto richiestaI contributori di Gutenberg hanno reso possibile rinominare quasi tutti i blocchi nella visualizzazione elenco. Versione 16.9 è stato rilasciato questa settimana con la nuova funzionalità, su cui si basa Gutenberg 16.7E’ stata introdotta la possibilità di rinominare i blocchi Gruppo.

Funziona in modo simile alla denominazione dei livelli di Photoshop. Gli utenti possono ora aprire la visualizzazione elenco, fare clic sul menu con i puntini di sospensione, selezionare “Rinomina” e inserire un nome personalizzato.

“Consentire agli utenti di distinguere tra i blocchi nella visualizzazione elenco sta diventando sempre più importante man mano che cresce l’ambito dell’editor del sito”, ha affermato il collaboratore sponsorizzato da Automattic, Dave Smith, nel ticket originale in cui proponeva la funzionalità per il blocco del gruppo. “Dato che tutti i blocchi sono attualmente etichettati con il nome del blocco (ad es Group) può essere difficile distinguerli. Ciò è particolarmente importante se i tuoi gruppi rappresentano “sezioni” distinte di una determinata pagina/modello.”

Ogni blocco può essere rinominato ad eccezione di questi quattro:

  • core/block
  • core/template-part
  • core/pattern
  • core/navigation

Nella versione 16.9 sono state aggiunte ulteriori funzionalità di ridenominazione, inclusa la possibilità di duplicare e rinominare modelli, nonché categorie di modelli.

Questa versione introduce nuovi moduli sperimentali e blocchi di input per consentire la costruzione di moduli di base. È una funzionalità che ha colto molti di sorpresa, poiché pochi avrebbero previsto che il core di WordPress avrebbe aggiunto la creazione di moduli. Una versione molto iniziale è disponibile in Gutenberg > Esperimenti, nell’impostazione dell’esperimento “Form and input block”.

“Perché non c’è stato alcun coinvolgimento proattivo nei confronti dei numerosi sviluppatori di soluzioni di moduli WordPress di lunga data attualmente utilizzate da milioni e milioni di siti WordPress?” Il cofondatore di Gravity Forms, Carl Hancock, ha commentato il PR.

“Sembra che un contatto proattivo con le persone esperte in questo ambito e che potrebbero fare di più per favorire l’adozione (al di là di commenti/ricerche/ecc.) sarebbe stata una buona cosa. Su molti livelli. Cercare di coinvolgerli nel contribuire, imparare dalla loro conoscenza storica condivisa e, cosa ancora più importante di tutte… costruire su di essa e adottarla invece di introdurre un punto di maggiore frammentazione.

La funzionalità dei moduli è ancora nelle primissime fasi di sperimentazione e maggiori informazioni potrebbero essere pubblicate nell’edizione di novembre di “Novità per gli sviluppatori?

Alcuni altri punti salienti degni di nota di questa versione includono quanto segue:

Controlla il post di rilascio per Gutenberg 16.9 per vedere il registro delle modifiche completo e maggiori dettagli sulle correzioni di bug e miglioramenti a prestazioni, strumenti, documentazione, qualità del codice e accessibilità.

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?