adv

Il proprietario di WordPress.com acquista l’app di messaggistica all-in-one Texts.com per 50 milioni di dollari

Proprietario di WordPress.com e Tumblr Automatico sta aggiungendo un’altra società al suo portafoglio con la notizia di oggi che ha acquisito l’app di messaggistica all-in-one Texts.com per 50 milioni di dollari. L’app riunisce tutte le tue app di messaggistica in un’unica dashboard, inclusi iMessage, Slack, WhatsApp, Instagram, Telegram, Messenger, LinkedIn, Signal, Discord e X, con piani per altre in futuro, a annunciato il post sul blog aziendale.

Sebbene altre società abbiano provato a fare qualcosa di simile, ad esempio Segnale acustico — Texts.com offre la crittografia end-to-end delle tue chat e altre funzionalità che gli utenti hanno sempre desiderato, come la possibilità di programmare i messaggi in un orario conveniente per il destinatario, non solo per te. Inoltre, puoi contrassegnare i messaggi come non letti anche sui servizi che non offrono tale funzionalità, permettendoti di ricordarti di controllare nuovamente il messaggio al tuo ritorno, nonché di ottenere riepiloghi delle lunghe chat di gruppo che hai perso.

L’azienda ha spiegato il proprio interesse per la piattaforma di messaggistica in un annuncioaffermando che l’acquisizione gli consente di entrare in un “quarto mercato che è parte integrante della moderna esperienza web: la messaggistica”.

Automattic offre già WordPress per la pubblicazione online, WooCommerce per l’e-commerce e Tumblr per i blog e una suite di strumenti pubblicitari. Ha inoltre acquisito una media di app di journaling, primo giorno, e un app per podcast Pocket Castsnel 2021 e più recentemente, un plug-in ActivityPub che permette Blog WordPress per connettersi al Web più ampio di app di social networking interconnesse ma decentralizzate, come Mastodon, conosciute collettivamente come fediverse.

Con l’acquisizione, il fondatore di Texts.com Kishan Bagaria entrerà a far parte dell’azienda come nuovo capo della messaggistica, insieme al resto del team distribuito di Texts.com.

Il limite ha riportato per primo la notizia dell’acquisizione.

Parlando con il podcast PivotIl proprietario di Automattic, Matt Mullenweg, ha spiegato che, in parte, parte del desiderio per l’accordo è nato dalla frustrazione personale: tutti hanno più app di messaggistica ed è difficile tenere traccia di chi hai inviato messaggi su ciascuna di esse.

“Mi sono ritrovato molto indietro e così sono entrato nel mercato e in realtà Automattic ha finito per fare alcuni investimenti in questo spazio negli ultimi anni, anche in Element, che è una società Matrix, Segnale acusticoche è un’altra app, che ha alcune cose simili, ma in modo diverso, e mi sono imbattuta in Texts, e sono rimasto davvero colpito dal prodotto,” ha spiegato.

Inoltre, ha detto che gli piace lavorare in aree in cui puoi trascorrere il resto della tua vita.

Ma Mullenweg ha anche indicato l’attuale quadro normativo come qualcosa che ha reso l’accordo più fattibile. Con le normative UE, credeva che sarebbe stato più difficile per Apple, Google e Meta bloccare un player più piccolo come Texts perché è incentrato sull’utente, funziona lato client ed è crittografato al 100%.

“Quindi è sicuro quanto le loro app desktop”, ha affermato. (Apple ha combattuto contro l’apertura della sua piattaforma iOS ad app store di terze parti perché sono meno sicuri dei suoi. A quanto pare non potrebbe sostenere la stessa argomentazione con Texts.com.)

Secondo il sito web di Texts, i messaggi non vengono mai inviati ai propri server, ma direttamente alle piattaforme, che è così in grado di preservare la crittografia end-to-end. In altre parole, funzionano proprio come le app ufficiali. Inoltre, i loro server non ospitano dati sensibili, messaggi o credenziali dell’account e tutti i dati rimangono sul tuo dispositivo.

Mullenweg ritiene inoltre che mettere un’app di messaggistica nelle mani di un’azienda come Automattic – un’azienda di considerevoli dimensioni non considerata parte della “Big Tech” – consentirà di sviluppare Texts più rapidamente e mantenere il proprio focus. Ha suggerito che le grandi aziende, come Google, spesso non interpretano correttamente i messaggi. (In effetti, Google aveva così tante diverse iniziative di messaggistica a un certo punto è diventato uno scherzo.) Inoltre, iMessage è stato bloccato nell’ecosistema Apple, che esclude dalla partecipazione le persone che non hanno un iPhone o un Mac. Gli adolescenti americani, in particolare, sono bloccati nell’universo Apple a causa delle bolle blu, Lo ha riferito lo scorso anno il Wall Street Journal.

Il fondatore di Automattic ha anche affermato che Texts.com si adatta all’azienda per i suoi valori incentrati sull’utente legati al modo in cui cerca di supportare tutto ciò che le persone utilizzano per la messaggistica.

“Come utenti, usiamo tutte queste cose. E le aziende vogliono far finta che tu non lo faccia, ma noi tutti lo facciamo. Quindi è anche qualcosa per cui abbiamo adottato un approccio importante… abbiamo semplicemente provato a integrarci con tutto. Aperto source rende anche tutto più semplice, perché le persone possono scrivere plug-in per qualsiasi cosa,” ha detto. “Quindi penso che se tieni a mente queste tre cose, puoi competere con i grandi e, di fatto, prosperare.”

Texts.com lo è disponibile a $ 15 al mese per la maggior parte degli utenti o $ 30 al mese per le aziende. Funziona su Mac, Windows e Linux con app per iOS e Android in arrivo. iMessage è supportato solo su Mac e SMS solo con iMessage. Vengono offerti anche messaggi diretti su WhatsApp, Telegram, Signal, Messenger, Twitter, Instagram, LinkedIn, IRC, Slack e Discord.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=wT_jGLGTQ2c?version=3&rel=1&showsearch=0&showinfo=1&iv_load_policy=1&fs=1&hl=en-US&autohide=2&wmode=transparent&w=640&h=360]

Questo articolo è apparso originariamente su TechCrunch all’indirizzo https://techcrunch.com/2023/10/24/wordpress-com-owner-buys-all-in-one-messaging-app-texts-com-for-50m/

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?