adv

La categorizzazione commerciale e comunitaria è attiva nelle directory di temi e plugin di WordPress.org – WP Tavern

Uno degli annunci di Matt Mullenweg al Stato della Parola 2022 è stata l’aggiunta di nuove tassonomie per le directory dei temi e dei plugin che aiuteranno gli utenti a determinare più rapidamente lo scopo delle estensioni che stanno prendendo in considerazione.

Con quasi 60.000 plugin gratuiti disponibili e più di 10.000 temi gratuiti, non è sempre immediatamente evidente quali estensioni siano ufficialmente supportate dalla community e quali abbiano aggiornamenti e supporto commerciali disponibili.

Le nuove designazioni “Community” e “Commerciale” sono state create per demistificare il processo di selezione e consentire agli utenti di trovare plugin e temi adatti alle loro esigenze. Li avevamo in diretta su WordPress.org la scorsa settimana e gli autori di plugin e temi sono stati invitati ad aderire alla categorizzazione. Le categorie sono visibili nella barra laterale delle inserzioni.

Nell’esempio seguente, Akismet, il plug-in anti-spam commerciale di Automattic fornito in bundle con WordPress, ha applicata la nuova categoria Commerciale, indicando che è gratuito ma offre ulteriori aggiornamenti o supporto commerciale a pagamento.

Le categorie non sembrano ancora essere applicate così ampiamente ai temi, ma un esempio è che tutti i temi predefiniti rientrano nella designazione “Tema comunitario”, a indicare che sono sviluppati e supportati da una comunità invece di far parte di uno spot pubblicitario. cercare di sforzarsi.

Al momento ci sono solo due categorie, ma il meta-contributore Samuel (Otto) Wood ha affermato che questo sforzo è “l’inizio di una categorizzazione più ampia di plugin e temi”. Ha delineato come gli autori di plugin e temi possono optare per la nuova funzionalità di categorizzazione:

Per attivare un plug-in o un tema, inviare un’e-mail plugins@wordpress.orgO temi@wordpress.orge chiedi semplicemente di aderirvi. Questo è un processo manuale per ora. In futuro aggiungeremo un metodo per consentire a plugin e temi di farlo da soli.

Una volta aggiunto il plugin o il tema, otterrai una nuova funzionalità (nella scheda avanzata per i plugin o in fondo alla pagina dell’elenco per i temi). In entrambi i casi, si tratta di una semplice voce URL.

Per le estensioni commerciali l’URL è un collegamento di supporto. Gli URL delle estensioni della community verranno etichettati come link di contributo.

Diversi partecipanti ai commenti dell’annuncio hanno suggerito che anche i plugin e i temi con tag commerciali dovrebbero avere la possibilità di includere un collegamento “contribuisci” poiché sono software open source. La risposta di Wood sembra indicare che l’URL riguarda più dove indirizzare il supporto.

“Questa è una questione di categorizzazione”, ha detto. “I plugin della comunità sono quelli supportati principalmente da una comunità di utenti. I plugin commerciali sono quelli supportati principalmente da un’entità commerciale a scopo di lucro.”

Una volta che queste categorizzazioni saranno adottate più ampiamente, sarà interessante vedere se le directory dei temi e dei plugin aggiungeranno la possibilità di filtrare i risultati della ricerca utilizzando questi tag. Ciò consentirebbe agli utenti di restringere i risultati per essere in linea con le loro aspettative di supporto.

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?