adv

L’aggiornamento dei prezzi di Elementor Pro riduce le funzionalità del piano essenziale per i nuovi clienti – WP Tavern

Elementor, il plug-in per la creazione di siti Web più popolare per WordPress con oltre 5 milioni di installazioni attive, ha annunciato importanti cambiamenti in arrivo alle funzionalità incluse nel suo Elementor Pro Essenziale piano di abbonamento.

Il piano includerà comunque il Theme Builder insieme all’accesso a oltre 50 widget Pro, strumenti di marketing di base e il widget Modulo, ma sposterà altre funzionalità più avanzate ai livelli di prezzo più costosi:

“In futuro, quando acquisterai il nuovo Elementor Pro Essential, avrai tutte le funzionalità necessarie per creare un sito Web di base completo e avrai anche accesso a nuove funzionalità che faranno parte del piano Essential”, Elementor Senior Product Marketing Manager Gabriella Laster ha detto. “Per funzionalità più professionali come Popup Builder, funzionalità di e-commerce tra cui il pulsante PayPal, il pulsante Stripe e il WooCommerce Builder completo o strumenti di collaborazione come Notes o Role Manager, dovrai eseguire l’aggiornamento al piano Advanced o superiore.”

Le modifiche, dettagliate in una tabella comparativa nell’annuncio, verranno implementate il 4 dicembre 2023. Non influenzeranno gli abbonati esistenti o altri piani di abbonamento:

Gli abbonati Essential esistenti possono mantenere tutte le funzionalità attuali.
Se disponi di un abbonamento Elementor Pro Essential valido, puoi mantenere il tuo abbonamento con tutte le funzionalità attualmente disponibili per te, senza costi aggiuntivi. Potrai anche rinnovare il tuo abbonamento alla scadenza, mantenendo tutte le funzionalità attualmente disponibili nel tuo piano. Alcune nuove funzionalità, rilasciate nei piani superiori, non saranno disponibili come parte del tuo attuale abbonamento Pro.

Scott Kingsley Clark, sviluppatore principale del Pods Framework, ha commentato la notizia in Post Status’ Slack riguardo a come i Pods supporteranno gli utenti di Elementor in futuro.

“Elementor Pro rimuoverà elementi come l’integrazione ACF/Pods dal piano ‘Essential’ di livello più basso a dicembre”, ha affermato Clark. “Gli abbonati esistenti manterranno la funzionalità, ma chiunque otterrà nuove licenze dopo il 4 dicembre non le avrà.

“Non è molto chiaro, dal momento che non utilizzo le altre funzionalità, se siano state rimosse molte altre cose o se alcune di queste cose siano in realtà nuove funzionalità che verranno rilasciate a dicembre solo per gli altri piani.

“L’impatto di ciò è che ho scelto di sostituire l’integrazione di Elementor Pro per i pod forniti da loro, con una soluzione alternativa più completa all’interno del servizio.” Componente aggiuntivo di Page Builder Toolkit. In precedenza venivano aggiunti solo nuovi widget incentrati sui pod. Presto aggiungerò il supporto dei contenuti dinamici per i pod che saranno disponibili come alternativa migliore a ciò che è attualmente presente in Elementor Pro.”

Clienti Elementor preoccupati ha reagito alla notizia su X/Twitter così come nei commenti all’annuncio, molti cercano rassicurazione sul fatto che le funzionalità per cui hanno pagato saranno ancora accessibili dopo il cambiamento.

Il pubblico anti-Elementor ha risposto alle proprie preoccupazioni in modo critico e sprezzante, utilizzando la notizia dei piani modificati come un’opportunità per esprimere e rafforzare la propria disapprovazione nei confronti del page builder. Ciò ha spinto coloro che con riluttanza utilizzano lo strumento a chiedere alternative valide nei commenti del tweet.

Elementor ha avuto un rapporto piuttosto controverso con il progetto open source, come è sempre stato storicamente si è commercializzato contro il core di WordPress. La reputazione del plugin è stata gravata problemi di gonfiamento e prestazioni per anni, mettendo in discussione il suo futuro a lungo termine. La maggior parte dei page builder era ormai in difficoltà quando WordPress ha deciso di integrare nel core le funzionalità di modifica dell’intero sito.

Elementor ha creato un modello di apportare importanti modifiche ai prezzi e ai piani garantendo al tempo stesso i prezzi legacy per i clienti attuali. È una strategia per convincere i clienti a bloccare i rinnovi automatici per garantire un futuro finanziario più prevedibile per l’azienda.

Due mesi fa, l’ingegnere di Human Made Fränk Klein ha avviato una conversazione su X/Twitter sostenendo che “Elementor scomparirà come plugin autonomo, insieme a tutti gli altri page builder non-blocco”, mentre l’ecosistema WordPress si avvia a diventare block-first per impostazione predefinita .

“Dal 2022, tutti i temi predefiniti sono temi a blocchi”, ha affermato Klein. “WordPress.com è tutto concentrato sui blocchi. WooCommerce si sta modernizzando con i blocchi.

“Per gli autori di plugin il maggiore ritorno sull’investimento è utilizzare i blocchi. Quindi spetta allo sviluppatore del page builder garantire che i plugin si integrino bene. E questa è un’impresa difficile, noiosa e costosa”.

Anche il co-fondatore di WordPress e CEO di Automattic, Matt Mullenweg, è intervenuto sulla notizia, facendo indirettamente riferimento all’ultima mossa di Elementor di ridurre drasticamente le funzionalità nel suo livello Essential.

“Man mano che Gutenberg diventa più capace, i costruttori di siti non Gutenberg dovranno probabilmente continuare ad aumentare i loro prezzi, come è nelle notizie di oggi, per mantenere il tasso di abbandono delle entrate a fronte di un tasso di abbandono più elevato e di un minor numero di nuovi utenti”, Mullenweg disse. “Io non [think] questa tendenza avverrà per quelli con sede a Gutenberg.

“Dovranno anche spendere di più per tenere il passo, poiché devono duplicare tutta l’ingegneria che verrà sviluppata nel core. Questo è il motivo per cui abbiamo chiesto a tutti loro di pianificare su Gutenberg da quando abbiamo iniziato lo sviluppo nel 2017. Anche le fasi 1 e 2 avrebbero potuto procedere molto più velocemente con il loro aiuto. Il ritmo dell’iterazione è carino inflessibile.”

La decisione di Elementor di riallocare le funzionalità tra i livelli di prezzo è una risposta alle mutevoli dinamiche nel panorama dei page builder e al crescente costo di supportare così tante integrazioni di terze parti nel piano entry level. Gli utenti e gli sviluppatori di WordPress stanno lentamente rivalutando il loro rapporto con i page builder, poiché ogni versione principale pone maggiore enfasi sull’editing basato su blocchi sia per il contenuto che per il design. Si tratta di un cambiamento fondamentale nel modo in cui vengono costruiti i siti Web WordPress e i creatori di pagine continueranno ad essere sfidati nel trovare un equilibrio tra innovazione, aspettative degli utenti e sostenibilità aziendale.

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?