adv

Perché la NASA ha scelto WordPress per rinnovare il suo sito Web di punta: WP Tavern

La NASA ha rimosso l’etichetta beta dal nuovo nasa.gov sito web, che è stato lanciato su WordPress, sostituendo Drupal come CMS. Dopo un lungo processo, che ha richiesto 18 mesi di sviluppo web attivo, migrazione dei dati e creazione di contenuti, la NASA è emersa con siti Web scientifici e di punta modernizzati, mostrando l’innovazione e le scoperte che hanno definito l’agenzia per più di 65 anni.

Il progetto multimilionario è iniziato alcuni anni fa, quando una combinazione di IDEA Act e Drupal 7 EOL ha offerto alla NASA l’opportunità di riconsiderare il CMS che stavano utilizzando per nasa.gov. Punto della roccia solitariaun VIP Gold Agency Partner di WordPress.com, ha guidato il progetto, iniziato con un anno di progettazione UX e una valutazione di vari CMS aziendali che alla fine avrebbero supportato 456 utenti CMS, 68.698 pagine migrate e 3.023 nuove pagine di destinazione. Nell’ambito del progetto, l’infrastruttura del sito web della NASA è stata migrata da un ambiente Amazon Web Services a WordPress.com VIP.

“Nelle prime fasi di scoperta del progetto, gli autori dei contenuti hanno espresso apertamente il loro interesse per un CMS che consentisse loro di liberarsi da modelli percepiti come rigidi”, ha affermato il presidente di Lone Rock Point JJ ​​Toothman. “L’approccio di creazione basato su blocchi di Gutenberg sta dando risultati in questo senso e i test sugli utenti hanno dimostrato che WordPress potrebbe fornirlo. Ora che il sito è attivo, i diversi tipi di pagine di destinazione create con un approccio basato su blocchi lo confermano ulteriormente”.

La NASA ha valutato sia soluzioni proprietarie che open source e Toothman ha affermato di aver esaminato ad alto livello oltre un centinaio di piattaforme CMS. Hanno ristretto il campo a quattro CMS: due commerciali e due open source (WordPress e Drupal). Il team ha completato la prototipazione di alto livello e la valutazione degli utenti su tutti e quattro i finalisti e ha utilizzato questi dati nel processo di selezione del CMS.

Toothman ha delineato alcuni dei fattori che distinguono WordPress dagli altri:

  • Accesso alle risorse. In poche parole, c’è un’enorme comunità attorno a WordPress. Quella comunità sta estendendo WordPress in modi innovativi; condividere conoscenze e formazione per WordPress; e sviluppare continuamente le competenze di WordPress nella comunità. Ciò rende più facile per un’organizzazione come la NASA ottenere supporto. Ci sono opzioni per questo. Ciò che è stato riscontrato con le soluzioni CMS commerciali è che, il più delle volte, la NASA dovrebbe tornare al fornitore originale del CMS per trovare le risorse. Si tratta di una flessibilità limitata, il che non è auspicabile per loro.
  • Un ecosistema di plug-in che offre funzionalità di analisi dei contenuti in tempo reale all’interno dell’ambiente di amministrazione di WordPress nelle aree SEO e accessibilità. Significativo è stato il fatto che il contenuto potesse essere analizzato dall’autore prima della sua pubblicazione.
  • Facilità d’uso dell’ambiente di creazione dei contenuti

“È una grande vittoria per l’open source”, ha detto Toothman. “C’erano una serie di funzionalità CMS che avrebbero richiesto più tempo da implementare senza il lavoro precedente di altri nella comunità di WordPress.”

Ha citato l’integrazione che il sito WordPress della NASA ha con la libreria di immagini della NASA images.nasa.gov come un esempio. Gli autori di contenuti nel CMS possono cercare immagini nella libreria e includerle nei loro contenuti tramite un ampliamento apportato al catalogo multimediale di WordPress. Human Made ha già svolto alcuni lavori con soluzioni commerciali di gestione delle risorse digitali che la NASA è stata in grado di sfruttare per images.nasa.gov integrazione.

La NASA punta tutto sul Block Editor di WordPress

La flessibilità dell’editor a blocchi nel creare pagine di destinazione e nel liberarsi da un rigido sistema di template è stato uno dei fattori più importanti nella scelta di WordPress come CMS da parte della NASA. Nell’ambito del progetto, Lone Rock Point ha creato 55 blocchi editor personalizzati per aiutare gli autori dei siti Web della NASA a condividere scoperte e raccontare le loro storie.

Blocco Contenuto a schede della NASA – fonte: Punto della roccia solitaria

“Ci sono oltre 400 utenti che creano/modificano contenuti nel CMS WordPress della NASA”, ha affermato Toothman. “Con così tanti utenti, c’è molta variazione nella familiarità preesistente con WordPress e Gutenberg. È stato impegnativo. La curva di apprendimento è stata più significativa del previsto e la gestione del cambiamento ha rappresentato una parte importante di questo progetto.

“Alcuni hanno adottato rapidamente l’editor a blocchi, altri avevano bisogno di maggiore supporto. Non si trattava solo di apprendere i meccanismi di un nuovo CMS, ma anche di conoscere le opzioni di narrazione disponibili tramite il nuovo sistema di progettazione e l’editor a blocchi. Abbiamo creato molti blocchi personalizzati per far vivere il sistema di progettazione in WordPress, tentando anche di aderire all’intenzione di tali componenti del sistema di progettazione”.

Toothman e il suo team hanno trovato modi strategici per aiutare i nuovi utenti dell’editor a blocchi a familiarizzare con gli strumenti di creazione. Hanno creato sessioni di formazione pratica e di lavoro per creare pagine in tempo reale insieme agli utenti e hanno creato una base di conoscenza online.

“Per incoraggiare la comunità degli utenti ad apprendere il nuovo CMS, abbiamo creato blog e newsletter settimanali che contenevano screenshot delle pagine in lavorazione”, ha affermato Toothman. “Vedendo il lavoro dei loro colleghi e l’uso immediato dei blocchi personalizzati, gli utenti sono stati ispirati a provare cose diverse e porre più domande. Il nostro team dei contenuti ha tenuto orari di ufficio settimanali per gestire gli editori per rispondere alle domande che gli utenti potrebbero avere, tenere dimostrazioni dal vivo e raccogliere feedback per produrre più risorse per gli utenti.

“Creando un ambiente che invita alla discussione, alla collaborazione e alla creatività, il team dei contenuti è stato in grado di applicare gli standard di controllo della qualità dei contenuti su vasta scala, offrendo allo stesso tempo un’esperienza di alta qualità all’utente finale.”

Toothman ha detto di essere rimasto sorpreso e deliziato dai modi creativi in ​​cui gli autori hanno utilizzato determinati blocchi.

“Gli autori di contenuti hanno escogitato modi per utilizzare alcuni dei blocchi personalizzati dell’editor Gutenberg come opzioni di layout di progettazione e si sono liberati dall’intenzione del contenuto per cui erano stati originariamente progettati”, ha affermato.

La NASA offrirà in open source alcuni dei suoi blocchi personalizzati e altre parti del progetto per restituirli alla comunità WordPress come parte della tabella di marcia. Il progetto completato costituisce una testimonianza di alto profilo della fiducia dell’agenzia nell’editor a blocchi e nell’ecosistema più ampio di strumenti disponibili. Evidenzia inoltre WordPress come un CMS affidabile con un’adattabilità esemplare per progetti di livello aziendale con requisiti di pubblicazione complessi.

“Per anni, io e molti di noi nella comunità di WordPress abbiamo sfatato la percezione dei clienti interessati in 2 aree: (a) WordPress non è un’azienda. È solo una piattaforma di blogging. (B) WordPress non è un CMS sicuro”, ha affermato Toothman.

“Anche se non mi aspetto che la NASA scelga WordPress per spazzare via quelle percezioni preesistenti, è un’ulteriore prova a sostegno del fatto che WordPress è di classe enterprise e che può soddisfare i parametri di sicurezza.”

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?