adv

Tema Ollie Block ora nella beta pubblica – WP Tavern

Lo sviluppatore di WordPress Mike McAlister ha lanciò Ollieil suo primo tema a blocchi, nella beta pubblica. McAlister, la cui società di temi era Array Themes acquisita da WP Engine nel 2018insieme al plugin Atomic Blocks, ha recentemente lasciato il suo ruolo presso l’azienda per perseguire altri progetti.

Ollie supporta tutte le funzionalità più recenti di Site Editor, inclusi stili globali, modelli, modelli e parti di modelli. È un tema bellissimo e multiuso di alto calibro che ci si potrebbe aspettare da McAlister, uno sviluppatore veterano i cui prodotti passati erano ben noti per il loro design minimalista e pulito.

Ollie include un set impressionante di oltre 50 modelli di blocchi personalizzati, rendendo la creazione di pagine un piacere. Sono presenti sezioni di pagina per testimonianze, loghi aziendali, design di eroi multipli, tabelle dei prezzi, varie intestazioni e piè di pagina, inviti all’azione e altro ancora. Ollie include sei diversi modelli a pagina intera per home page, informazioni, profilo, funzionalità, prezzi e una pagina di download. Sono presenti nei temi dimostrazione dal vivo sotto la voce di menu Motivi.

Ollie include sette varianti di stile, con tavolozze di colori accentati blu, verde, arancione, rosa, rosso e verde acqua oltre a quelle predefinite.

Come molti altri temi a blocchi, Ollie è veloce e ottiene i migliori punteggi su Pagespeed Insights di Google.

“Una delle funzionalità prestazionali più potenti è il caricamento selettivo delle risorse”, ha affermato McAlister. “Invece di caricare un grande foglio di stile su ogni pagina, Ollie carica solo gli stili necessari sulla pagina. Ciò si traduce in una dimensione della pagina molto più piccola, molte meno richieste di pagina e una pagina a caricamento istantaneo, cosa che i motori di ricerca adorano.

Dopo aver testato Ollie, ho trovato l’esperienza utente amichevole e una rappresentazione accurata di uno degli slogan del tema: “Ottieni un vantaggio di 40 ore”. Non appena gli utenti installano il tema e fanno clic su “Personalizza”, vengono indirizzati direttamente all’editor del sito con il modello della prima pagina precompilato per corrispondere al sito demo. Questo, combinato con tutti i miglioramenti apportati all’editor del sito in WordPress 6.2, crea un’esperienza di editing fluida.

Anche se non è stato ancora rilasciato ufficialmente, Ollie potrebbe essere uno dei prossimi temi a blocchi di grande successo, con il suo gran numero di modelli e flessibilità per così tanti casi d’uso diversi.

Ollie lo è attualmente su GitHub durante la beta pubblica, ma McAlister prevede di ottenerne l’approvazione per WordPress.org dopo ulteriori test. Non è ancora sicuro se tornerà nel mercato dei temi commerciali.

“Con questo primo tema a blocchi, il mio obiettivo è semplicemente quello di imparare il più possibile sui temi a blocchi, su come gli utenti li utilizzano e che tipo di potenziale c’è per un’offerta premium”, ha detto McAlister al Tavern. “Questo tema di punta rimarrà uno strumento educativo e sarà gratuito per tutti. Anche se ho alcune idee per la monetizzazione, la realtà è che non sappiamo ancora molto su come gli utenti prenderanno per bloccare i temi o per che tipo di funzionalità premium sono disposti a pagare.

“Siamo all’inizio di questo nuovo paradigma, quindi colgo l’occasione per porre molte domande e conoscere i problemi che gli utenti stanno affrontando. Quello che so è che qualsiasi moderno prodotto WordPress commerciale necessita di un’esperienza cliente eccezionale e di una vasta gamma di formazione di qualità per aiutare gli utenti a esplorare tutte queste nuove funzionalità e promuoverne l’adozione”.

WordPress.org ha 286 temi a blocchi disponibili e anche i migliori hanno solo poche migliaia di installazioni attive. I temi fondamentali che le persone vorranno utilizzare rappresentano una nuova frontiera, anche per McAlister, la cui ex azienda era un cavallo di battaglia nell’era dei temi classici.

“I temi a blocchi rappresenteranno un punto di svolta per molti diversi utenti di WordPress”, ha affermato McAlister. “Essere in grado di personalizzare praticamente ogni aspetto del tuo sito è estremamente potente, ma significa che i temi a blocchi hanno molte più parti in movimento rispetto ai temi classici. Theme.json, stili globali, pattern, template, parti di template: tutti questi elementi devono essere presi in considerazione e devono lavorare tutti insieme senza problemi per un’eccellente esperienza di tema a blocchi.”

Gli sviluppatori di temi WordPress stanno ancora cercando di gestire questi cambiamenti, ma il team dei temi sta mettendo un punto fermo facendo in modo che i temi a blocchi siano al centro dell’attenzione. Revisione del manuale sui temi. Anche se i temi classici avranno ancora un capitolo nel manuale, il team dei temi ha chiarito che i temi a blocchi sono “il presente e il futuro di WordPress”.

“Poiché gran parte della creazione del tema dei blocchi viene eseguita nell’editor, è necessaria una nuova padronanza dell’editor con cui pochi hanno ancora familiarità”, ha affermato McAlister. “Per creare modelli o layout, devi sapere quali blocchi utilizzare, come strutturarli in modo efficace, come sfruttare il tuo sistema di progettazione in theme.json e hai bisogno di un buon senso del design per mettere insieme il tutto.

“Tuttavia, quando tutto finalmente si riunisce, i temi a blocchi forniscono un’esperienza di creazione e modifica del sito senza pari rispetto ai temi classici. Sono molto ottimista riguardo all’opportunità di rivitalizzare lo spazio tematico WordPress, ma ci vorrà molto lavoro e formazione collettiva per arrivarci”.

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?