adv

WordPress dà il via alla revisione del design dell’amministratore con la discussione sui mockup iniziali – WP Tavern

Il compito monumentale di revisione del vecchio design dell’amministrazione di WordPress sta venendo a fuoco, come contributori ha dato il via alle esplorazioni di alcuni mockup iniziali questa settimana. La fase 3 di Gutenberg è incentrata sulla collaborazione e questo rinnovamento dell’amministrazione fa parte di quella road map.

Come punto di partenza, il designer di prodotti sponsorizzato da Automattic Saxon Fletcher ha pubblicato alcune immagini e video con un design che sembra essere cresciuto dall’interfaccia dell’editor per renderlo una parte più naturale dell’amministratore. Come parte dell’impulso per questo progetto, ha chiamato gli sviluppatori di plugin che hanno introdotto le proprie interfacce di amministrazione nel frattempo, in attesa che WordPress dia la priorità a questo progetto:

“Il rischio aggiuntivo qui è che gli autori di plug-in stiano abbandonando l’interfaccia utente obsoleta introducendo la propria che può frammentare ulteriormente l’esperienza di WordPress”, ha affermato.

Fletcher ha sottolineato che questi modelli sono “a grandi linee e il primo di molte iterazioni”. I concetti strutturali introdotti da Fletcher includono tre aree principali:

  • Una barra laterale per la navigazione
  • Un’area Pagina per il contenuto principale, la gestione e le impostazioni
  • Un frame che rappresenta il front-end del sito, che può trovarsi in uno stato di modifica o di sola lettura

“Il frame può essere utilizzato per visualizzare in anteprima qualsiasi tipo di contenuto, incluso l’intero sito, modelli, modelli, ecc.”, ha affermato Fletcher. “I plug-in possono decidere se trarre vantaggio dall’avere il frame in vista mentre si sta lavorando su un’attività o nasconderlo. Se un plug-in non utilizza l’area del contenuto principale, il frame sarà nel suo stato espanso.

Anche la barra di amministrazione potrebbe subire un restyling come parte di questo progetto, sebbene Fletcher non abbia spiegato come potrebbe cambiare. La barra di amministrazione non appare in nessuno dei mockup.

“Con l’introduzione del frame, che rappresenta il front-end del tuo sito, abbiamo l’opportunità di ripensare a come appare la transizione tra la parte anteriore e quella posteriore del tuo sito”, ha affermato.

I prototipi iniziali esplorano l’idea di implementare un’interfaccia utente di navigazione dettagliata che può essere utilizzata anche per ospitare contenuti di base, ma Fletcher ha riconosciuto le sfide della navigazione su/giù nei sottomenu più impegnative. I collaboratori del design stanno esplorando soluzioni alternative per questo, inclusa l’introduzione di breadcrumb o l’evidenziazione delle sezioni visitate di recente.

Questo concetto per la navigazione in dettaglio ha ricevuto il feedback più critico nei commenti del post, poiché gli sviluppatori temono che renderà la navigazione troppo complicata.

“Non sono un fan di nascondere tutti i menu di amministrazione dietro un labirinto di breadcrumb, inoltre ci sono molte interfacce utente complesse che non convertiranno bene questa idea per il sistema di menu, l’attuale vantaggio con il nostro attuale sistema di menu è che è molto veloce cambiare da un plug-in in un’altra o in un’altra area di WordPress con pochissimi clic”, il designer Adam Pickering commentato. “Questa proposta per il nuovo menu di amministrazione rende l’intera UX molto più dispendiosa in termini di tempo e frustrante per l’utente. Anche se arriva una proposta in cui metti la voce di menu precedente sopra la posizione attuale di dove ti trovi, non risolverà il problema come indicato.

Altri sono anche preoccupati che il menu a discesa richieda troppi clic e forse anche un menu popup al passaggio del mouse/tocco lungo sul cellulare che fa apparire più opzioni. Lo sviluppatore Anthony Hortin commentato su quanto è simile alla navigazione del Customizer:

Come altri hanno già detto, questo “schema di navigazione approfondito” sarebbe incredibilmente frustrante da utilizzare, non solo per i nuovi utenti, ma anche per gli utenti esperti. Non essere in grado di vedere quali opzioni sono presenti in ogni menu costringe l’utente a fare costantemente clic su ciascuna voce di menu, uscire, fare clic sulla voce di menu successiva, uscire e così via, finché non trova la schermata che sta cercando. Anche se uso WordPress da più di 17 anni, molto spesso devo passare il mouse sopra i menu per ricordarmi dove trovare le cose.

Questo si vede anche nel Customizer, che ha avuto questo stile di navigazione per anni. Quando si lavora sul sito di un nuovo cliente, è frustrante cercare di trovare opzioni all’interno del Customizer se hanno un tema con cui non si ha familiarità. Non vorrei vedere l’intero Dashboard andare nella stessa direzione.

I partecipanti alla discussione sono stati anche critici nei confronti del concetto di frame per l’amministratore, poiché la maggior parte delle attività di amministrazione non si prestano alle anteprime del frontend.

“Sono molto scettico sull’approccio ‘superfici’ e mi sto muovendo verso un approccio ‘front-end first’ alle cose”, ha detto lo sviluppatore Jon Brown. “A parte le modifiche al tema, quasi nulla di ciò che faccio in wp-admin richiede o trarrebbe vantaggio da una visualizzazione front-end. Se gestisco gli ordini su un sito WC, di certo non ho bisogno/voglio vedere il front-end. Se sto modificando le impostazioni del plug-in, ancora una volta nessun front-end. Capisco che abbia senso per la creazione di nuovi contenuti, ma questo è tutto.

Come parte della fase di collaborazione, Fletcher ha anche proposto che l’amministratore diventi più personalizzabile per diversi casi d’uso, quindi la sua navigazione e le variabili di sistema renderebbero l’esecuzione di determinate attività più efficiente per blog, e-commerce, portafogli e multisito, ad esempio. Ha anche accennato alla possibilità per la comunità di condividere le proprie configurazioni.

“Ci piacerebbe vedere WordPress diventare una piattaforma divertente su cui costruire prodotti multiutente, più di quanto non lo sia già”, ha affermato.

Gli sviluppatori di WordPress dovranno affrontare un’importante transizione per rendere le loro estensioni compatibili con il nuovo amministratore. Alcuni individui e team sono in una posizione migliore di altri per fare quel passo avanti. La proposta di Fletcher riconosce che la retrocompatibilità sarà una considerazione importante per non violare le pagine delle impostazioni per i plugin che non vengono aggiornati.

“Forse la parte più complicata di tutta questa iniziativa è l’implementazione delle modifiche di amministrazione in modo iterativo, senza interrompere i flussi di lavoro esistenti e incoraggiando l’adozione graduale”, ha affermato Fletcher. “L’editor del sito ci ha dato uno spazio per sperimentare, inclusa la possibilità di sfogliare le pagine del tuo sito nell’ultima versione 6.3, e questo potrebbe estendersi ad altre pagine di amministrazione principali come le impostazioni del sito, ma a un certo punto dovremo ‘interrompere fuori dall’editor per evitare troppe duplicazioni. Abbiamo anche bisogno di supportare le pagine dei plug-in che potrebbero non essere mai aggiornate e farlo in un modo che sembri fluido”.

IL discussione continua e la comunità degli sviluppatori è invitata a valutare i concetti iniziali e gli elementi strutturali proposti nel post.

Supporto
1
🛎️ Chatta con noi!
Scan the code
Ciao 👋
Hai bisogno di aiuto?